Una bistecca cucinata con barbecue a gas ha un sapore diverso da quella cotta su barbecue a carbone? Pare di sì. Ecco le altre differenze da conoscere.

Una grigliata impeccabile è il risultato di più elementi, tra cui sicuramente spicca la scelta del barbecue. Tutti sanno che c’è differenza tra un barbecue a carbone ed uno gas, anche se gli appassionati di brace e i griller più esperti riescono ad utilizzare con maestria sia l’uno che l’altro. Il problema è per i principianti, ai quali importa sapere quale tra i due e più facile da usare per assicurare una grigliata cotta al punto giusto.

Il gusto non cambia

Generalmente non ci si accorge della differenza di gusto tra una bistecca di carne cotta a carbone ed una preparata con barbecue a gas, anche se c’è chi preferisce l’aroma della legna sui cibi perché gli conferisce un gusto più particolare e affumicato. Bisogna sapere però, che anche i barbecue a gas di ultima generazione consentono di aromatizzare i cibi sulla griglia grazie alle “barre aromatizzanti” posizionate sui bruciatori, che quando si arroventano vaporizzano i liquidi di cottura, rendendo la grigliata decisamente più gustosa.

Quale è il barbecue migliore per un principiante? A gas o a carbone?Barbecue a gas: pro e contro

Diciamoci la verità, se si ha poco tempo a disposizione e si vuole cucinare senza sporcare eccessivamente, il barbecue a gas è preferibile rispetto a quello a carbone. Inoltre questo tipo di apparecchio è dotato di numerosi accessori che lo rendono versatile e adattabile alle diverse tipologie di cottura (pietra refrattaria per cucinare la pizza, girarrosto per una cottura uniforme, ecc.). Il barbecue a gas permette di grigliare al punto giusto grossi pezzi di carne, è adatto a chi è alle prime armi e a chi vive in città (in quanto non occupa molto spazio e può essere utilizzato anche su un balcone o in luoghi ristretti). Tra gli svantaggi di questo barbecue vi è: il costo (maggiore rispetto a quello a carbone), a livello emozionale non dà le stesse sensazioni di una grigliata con barbecue a legna e carbone, e infine bisogna stare sempre all’erta affinchè non ci si ritrovi improvvisamente senza gas.

Barbecue a carbone: pro e contro

Optare per un barbecue a carbone permette di ottenere una cottura in tempi abbastanza brevi (anche perché è adatto per cibi di piccole dimensioni). Il carbone e la legna conferiscono ai cibi un aroma particolare che li rende sicuramente più gustosi e “unici”. Il barbecue a legna consente una forte riduzione di costi, in quanto si può cuocere più carne tutta in una volta.  Attorno ad una grigliata tra familiari o amici si crea generalmente un’atmosfera rilassata e tranquilla. I contro di un barbecue di questo tipo sono: non è adatto per la cottura di pezzi grossi di carne, richiede una continua attenzione nella gestione del fuoco e della temperatura, richiede tempi lunghi sia per la preparazione che per la cottura, e poi a fine grigliata bisogna pulirlo con cura.

 

Lorenzo