L’estate è la stagione ideale per organizzare grigliate in compagnia e gare di barbecue tra appassionati. Ma anche se tali pratiche sono sempre più diffuse, non tutti sanno che vi è differenza tra griglia e barbecue, e in cosa consiste.

La griglia: caratteristiche

Se ci fate caso, la griglia è formata da una struttura aperta, tanto è vero che, utilizzandola, ci si affumica facilmente in quanto il fumo tende a disperdersi nell’aria. Il metodo di cottura alla griglia è adatto per carni di piccole dimensioni (costolette, alette di pollo, sovra cosce) che si cuociono più velocemente di altre. Prima di posizionare la carne, bisogna ottenere una brace abbastanza calda, in modo che gli alimenti vengano a contatto direttamente con il calore. Le braci, quindi, vanno preparate correttamente.

E qui ci si divide tra chi sostiene che la legna sia più adatta per la brace (devono essere selezionati i ceppi più secchi e grossi), e chi invece preferisce utilizzare la carbonella (sicuramente più pratica). Gli appassionati di grigliate sanno benissimo che la legna conferisce ai cibi un particolare e gradevole sapore, mentre il risultato che si ottiene utilizzando la carbonella è sicuramente inferiore. E’ però importante sapere quale legna utilizzare (non tutte vanno bene per questo scopo): meglio la legna che si ottiene dagli alberi da frutto come ciliegio, pesco e melo.

Due metodi di cottura a confronto: la differenza tra griglia e barbecueIl barbecue: caratteristiche

A differenza della griglia, il barbecue riesce a mantenere una temperatura costante grazie alla presenza del coperchio. Proprio questo consente al cibo di restare morbido e croccante all’interno. Sul barbecue si mettono pezzi di carne o alimenti più grossi che vengono cotti a fuoco indiretto. Se poi consideriamo anche la possibilità di realizzare ottime salse e marinature la cottura al barbecue è sicuramente da preferire rispetto a quella con griglia.

La carbonella è ottima per il barbecue, perché mantiene la temperatura a lungo e non produce fumo. Meglio però optare per un tipo di carbonella più raffinata, che viene miscelata con segatura. Che si preferisca la griglia o il barbecue, poco importa. Ciò che conta è il risultato, e soprattutto che si consumi il cibo con ottimo vino e buona compagnia.

 

 

Lorenzo